Finanziamenti franchising non accreditati Invitalia

Come ottenere finanziamenti per aprire franchising NON accreditati Invitalia

 

LAVORO AUTONOMO

Le possibilità di ottenere un credito agevolato non si esauriscono di certo con i franchisor accreditati. Qualora il franchising scelto non rientri nella ristretta cerchia dei marchi accreditati da Invitalia, si può comunque richiedere, sempre attraverso INVITALIA, un prestito agevolato a favore dell' autoimpiego fino ad un max di €. 25.823,00 Iva esclusa. Tale possibilità è rivolta a persone fisiche che intendono avviare un'attività di lavoro autonomo in forma di ditta individuale.

Le condizioni necessarie sono:

  • lo stato di disoccupazione al momento in cui si presenta la domanda (la ditta individuale dovrà essere costituita successivamente)
  • lo stato di maggiore età
  • la residenza nello Stato Italiano da almeno 6 mesi
  • la sede legale, operativa e amministrativa deve essere ubicata nelle regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Come per il prestito dei franchisor accreditati, anche per i franchisor non accreditati INVITALIA, l'agevolazione prevede un finanziamento a fondo perduto e un mutuo agevolato per l'investimento. Le spese di gestione sono sempre a fondo perduto.
Sono finanziabili tutte le attività di qualsiasi settore ad eccezione delle attività di produzione di prodotti agricoli, pesca, acquacolura.

L'attività finanziata deve essere svolta per un periodo di almeno 5 anni a decorrere dalla data di delibera di ammissione alle agevolazioni.

LE AGEVOLAZIONI IN NUMERI

Le agevolazioni previste sono di due tipi:

  1. agevolazioni finanziarie, per gli investimenti e per il 1° anno di gestione
  2. servizi di sostegno nella fase di realizzazione e di avvio dell’iniziativa

  Le agevolazioni finanziarie

Le agevolazioni finanziarie concedibili sono:

  • per gli investimenti, un contributo a fondo perduto e un finanziamento a tasso agevolato, a copertura del 100% degli investimenti ammissibili
  • per la gestione, un contributo a fondo perduto.

Il finanziamento a tasso agevolato per gli investimenti è pari al 50% del totale delle agevolazioni finanziarie concedibili, e non può superare l'importo di 15.494 € ed è restituibile in cinque anni, con rate trimestrali costanti posticipate.

Il tasso di interesse è pari al 30% del tasso di riferimento vigente alla data di stipula del contratto di finanziamento in base alla normativa comunitaria.

Il contributo a fondo perduto per gli investimenti copre la differenza tra gli investimenti (ritenuti ammissibili) e l'importo del finanziamento a tasso agevolato. In ogni caso il contributo a fondo perduto per le spese di gestione del 1° anno non può superare l'ammontare massimo di € 5.164,57

Se ti seri perso nei numeri e vuoi capirci di più, i nostri consulenti sono disponibili per una consulenza gratutita.

Scrivici!


 

MICROIMPRESA

Per la Microimpresa valgono gli stessi criteri addottati per l' autoimpiego delle persone fisiche ma riguarda solo le società di persone e non le ditte individuali o le società di capitali o cooperative.

Fondamentale che la metà dei soci abbia i requisiti previsti dalla legge, ossia:

  • maggiore età
  • stato di non occupato
  • residente in Italia da almeno 6 mesi.
  • la sede legale, operativa e amministrativa deve essere ubicata nelle regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Le iniziative possono riguardare la produzione di beni e la fornitura di servizi (il commercio è escluso).

L'investimento complessivo non può superare i 129.114 Euro Iva esclusa.

Le agevolazioni sono di due tipi:

a) agevolazioni finanziarie
b) servizi di sostegno nello start up dell' iniziativa.

Le agevolazioni finanziarie, riguardano contributi a fondo perduto e un mutuo a tasso agevolato. Il tasso di interesse è pari al 30% del tasso di riferimento vigente alla data di stipula del contratto di finanziamento in base alla normativa comunitaria.
Il finanziamento a tasso agevolato è restituibile in un massimo di sette anni, con rate trimestrali costanti posticipate. Inoltre è previsto un contributo a fondo perduto per le spese di gestione. L'entità delle agevolazione non è definita,  ma dipende da un calcolo che tiene conto dell' ammontare degli investimenti e delle spese di gestione, nonché delle caratteristiche del finanziamento.

Vuoi un'idea su quale franchising aprire grazie ai finanziamenti?

Ecco le nostre proposte!

 

Vuoi affiliarti ad un franchising NON accreditato Invitalia? Scrivici per ricevere informazioni su come accedere ai fondi Invitalia per l'Autoimpiego e per la Microimpresa!